UN IMMENSO GRAZIE A TUTTI !!!
Volontari, atleti e collaboratori!!
Video Raidlight Devero trail: by Marco Lazzerini>>>

FOTO:
FOTO >>> New!!

Le foto sono ancora in fase di pubblicazione, arriveranno tanti altri foto album!!! SEGUTECI!!!

raidlight devero trail
Stefano Trisconi-Raidlight Devero Trail Passaggio Devero Trail
Comunicato Stampa RaidLight Devero Trail del 06 luglio 2013

Una giornata magnifica

Una bellissima giornata estiva, una delle prime, ha accolto gli atleti che hanno partecipato alla terza edizione del RaidLight Devero Trail, disputatosi oggi all'Alpe Devero (Provincia del Verbano Cusio Ossola) e organizzato dall'ASD Trail Running.
Pronostici rispettati in campo maschile nella gara lunga (risultata, dopo le ultime modifiche apportate, che hanno comportato anche l'eliminazione del passaggio al Curt Vita, di circa 27 km): a vincere è stato, infatti,
Stefano Trisconi (Team RaidLight Italia) che, nonostante una rovinosa caduta, ha vinto piuttosto nettamente; 2h17'20" il tempo del cusiano, che ha preceduto Fulvio Chilò (Team Tecnica), secondo in 2h26'25"; terzo posto per Andrea Macchi (Amatori Atletica Casorate) che ha chiuso in 2h34'43", davanti a Stefano Cerlini (GS Bognanco) e a Michele Evengelisti (Triangolo Sport) che hanno concluso la prova rispettivamente in 2h36'25" e 2h37'15".
Tra le donne la prima a tagliare il traguardo è stata una commossa Michela Urh (Amatori Atletica Casorate) che ha fermato i cronometri sul tempo di 3h11'40"; seconda è arrivata Sofia Scanzian (Road Runners) in 3h28'12"; a completare il podio Catalina Ivanciu (Team Salomon) in 3h33'11", mentre quarta e quinta si sono classificate rispettivamente Manuela Barberis (Zegna - 3h39'11") e Jane Lambert (Rits Trail Team - 3h40'20").
In totale gli iscritti alla gara lunga sono stati 233.
La gara corta, risultata di circa 19 km con le ultime modifiche, ha visto la vittoria di Marco Rainelli (GS Genzianella - 1h32'57") mentre secondo è arrivato Cristian Minoggio (Podistica Cannobio - 1h35'11") davanti a Ennio Frassetti (GS Genzianella - 1h37'59"); quarto è arrivato Simone Iannone (Podistica Cannobio - 1h39'46"), mentre quinto si è classificato Michele Fantoli (ASD Caddese - 1h41'25").
Tra le donne si è imposta Lorena Strozzi (Amatori Atletica Casorate - 2h06'44"), davanti ad Annalisa Cappelletti (Atletica Cistella - 2h07'44") e Federica Schiavini (Team OTC Como - 2h16'14"); appena sotto il podio si sono classificate Ombretta Bellorini (Atletica 3V - 2h19'08") e Greta Mancini (ASD Bognanco - 2h20'12"); 316 gli iscritti alla gara corta, per un totale di ben 549 iscritti totali.
La splendida giornata di sole ha dato il classico "tocco in più" a una gara caratterizzata da splendidi panorami: i podisti hanno particolarmente apprezzato il percorso modificato, decretando ancora una volta il successo di un evento che ha comunque ampi margini di crescita.
   
Territorio dell' Alpe Devero e Alpe Veglia:

Il Parco tutela i grandi alpeggi di Veglia e Devero nelle Alpi Lepontine occidentali.
Un ambiente alpino dolce e austero: dolce nelle praterie ondulate d'alta quota e austero nella severità delle grandi montagne e nelle immense giogaie battute dal vento. Un ambiente modellato dall'uomo, risultato del lavoro di infinite generazioni di montanari. Veglia, l'alpe della luce per la dimensione solare dei suoi pascoli, e Devero, l'alpe del sorriso per lo splendore delle fioriture estive, sono oggi un ambiente naturale tra i più preziosi delle Alpi. Natura e cultura. Queste montagne raccontano di come l'uomo ha colonizzato le montagne: un'avventura epica da leggere ad ogni curva di sentiero. Ma dimostrano anche come l’amore e il rispetto per la natura siano un bene antico da tramandare alle generazioni future. In anni difficili e cruciali per le valli alpine, il Parco opera per vincere la difficile scommessa di coniugare la conservazione della natura con lo sviluppo sostenibile per le popolazioni di montagna.

Il Parco naturale dell'Alpe Veglia e del Parco naturale dell'Alpe Devero è diviso amministrativamente fra i comuni di Varzo, Trasquera, Crodo e Baceno.

CARATTERISTICHE GENERALI >>>
(fonte: www.parcovegliadevero.it)
   
Baceno:

Comune di Baceno
Baceno - l'antichità del luogo è attestata dal rinvenimento, avvenuto nel 1958, di una tomba assegnabile al II sec. d.C. Baceno, il cui nome compare per la prima volta in un documento del 918, nel Medioevo segui le vicende dell'Ossola superiore ed ebbe notevole importanza per la sua posizione alla confluenza di tre valli.
La chiesa parrocchiale di Baceno, dedicata a S. Gaudenzio è una costruzione romanico - gotica: iniziata nel XII sec. fu ampliata a tre navate nel XIV e infine portata a cinque nella prima metà del 500, quando venne anche affiancata da un campanile (1523). (Fonte: www.comune.baceno.vb.it)

- Meraviglie geologiche - ORRIDI DI URIEZZO (leggi tutto)

- Chiesa monumentale “SAN GAUDENZIO” (leggi tutto)
pro loco Baceno
Pro Loco di Baceno